Se una delle domande che ti fai più spesso è come promuovere il tuo B&b su Facebook hai trovato l’articolo giusto.

Oggi per una piccola struttura turistica come la tua, essere presenti sul social network con una pagina aziendale significa avere un netto vantaggio rispetto agli altri competitor assenti. Più di 30 milioni di italiani usano la piattaforma per relazionarsi con i loro amici, conoscerne di nuovi e restare in contatto con ciò che accade agli altri e nel mondo. Da questi numeri puoi capire quanto questo social possa essere determinante per la tua azienda.

Per pubblicizzare il tuo B&b su Facebook ed ottenere risultati concreti in questo post trovi i consigli per sfruttare al massimo le potenzialità di marketing di questa piattaforma ed evitare i numerosi errori che puoi commettere nel gestire la tua pagina aziendale.

COME PROMUOVERE UN B&B SU FACEBOOK: I PASSI DA SEGUIRE

1- DEFINISCI UN PIANO STRATEGICO

Prima di iniziare a pubblicare i tuoi contenuti su Facebook devi pianificare una strategia. Molte strutture turistiche sull’onda dell’entusiasmo aprono una pagina Facebook per poi abbandonarla dopo un paio di mesi se manca il tempo o c’è poca interazione da parte degli utenti.

Quello che devi fare è un’analisi della tua realtà ricettiva, del target e degli obiettivi che vuoi raggiungere in termini di business. Esaminare tutti questi aspetti ti serve per elaborare un piano editoriale ad hoc e definire una serie di rubriche coerenti, ripetibili e sostenibili sia dal punto di vista economico che di risorse umane.

Se vuoi partire con il piede giusto nel mio corso di Facebook Marketing dedico due moduli all’impostazione della strategia di comunicazione.

2 – VERIFICA LA TUA WEB REPUTATION

Quando parti con una strategia di marketing, oltre ad osservare quello che gli utenti dicono della tua struttura su Facebook, devi presidiare altre piattaforme, come ad esempio TripAdvisor.

Nel caso di critiche o commenti negativi, non attaccare mai il cliente. Verifica che il commento provenga da una persona/esperienza reale e rispondi in maniera chiara e precisa. Ammetti l’errore scusandoti per quello che è successo, fai in modo che non si ripeta più e cerca di riparare offrendo magari al cliente uno sconto per un soggiorno.

Andare ad ascoltare quello che dicono in rete le persone, ti serve per capire dove puoi migliorare il tuo servizio e anticipare le eventuali crisi che si potrebbero presentare in futuro.

3 – PUBBLICA IMMAGINI DI QUALITA’ E FAI ATTENZIONE ALLE DIMENSIONI

Per promuovere il tuo B&b su Facebook un’attenzione particolare è da dedicare alle immagini che pubblichi sulla tua pagina. La foto di copertina rappresenta l’occasione per catturare a primo impatto l’attenzione dei tuoi potenziali clienti. È un vero e proprio biglietto da visita. L’immagine di profilo, di forma quadrata, in genere corrisponde al logo.

In entrambi i casi Facebook ha stabilito determinate dimensioni da rispettare. Se non ti attieni alle regole le tue foto risulteranno tagliate.

Per quanto riguarda il resto delle immagini l’importante è seguire alcune regole di base: niente foto sgranate o orizzonti completamente storti. Mettiti sempre nei panni del tuo cliente. Tu sceglieresti di soggiornare in una struttura che pubblica su Facebook cose del genere? Io no e neanche lui.

Cosa ben diversa se invece parliamo del sito web del tuo B&b. In questo caso, ti consiglio di investire una parte del budget per un servizio fotografico che metta in risalto la tua realtà aziendale.

4 – NON PUBBLICARE DI CONTINUO POST PROMOZIONALI

Questo è uno dei principali errori commessi dalle strutture turistiche e in genere da tutte le aziende che vedono Facebook come una vetrina. Il social network è nato come una piattaforma per mettere in contatto le persone, non per acquistare qualcosa.

Prima di promuovere il tuo B&b su Facebook devi dare valore a chi ti segue. Evita quindi di pubblicare post in cui vendi pacchetti o altre offerte promozionali. I tuoi fan cominceranno a nascondere i tuoi post e a dare feedback negativi, con un conseguente calo di visibilità della tua pagina.

5 – RISPONDI AI MESSAGGI E PARTECIPA ALLE CONVERSAZIONI

Se un utente ti scrive un messaggio sulla pagina per avere delle informazioni su un determinato servizio, cerca di rispondere nel più breve tempo possibile. Se commenta un post, rispondi e stimola ulteriormente la conversazione. In tutti questi casi puoi farti aiutare dalle risposte salvate ed automatiche per migliorare la customer care ed i tempi di risposta.

6 – NON INVITARE GLI AMICI A METTERE “MI PIACE” SULLA PAGINA

Te lo confesso è una cosa che ho fatto anch’io all’inizio, quindi ti capisco perfettamente. Se il tuo amico non rientra nel profilo del tuo potenziale cliente non ha nessun valore, né in termini di interazione né di conversione e quindi economici. Non è una pratica vietata in assoluto. Cerca solo di invitare quelle persone che corrispondono per caratteristiche demografiche e interessi al tuo target di riferimento.

7 – STABILISCI UN BUDGET MENSILE PER LE CAMPAGNE PROMOZIONALI

Negli ultimi anni la visibilità dei post su Facebook è diminuita moltissimo. Sulla piattaforma non c’è uno spazio infinito dove poter pubblicare i contenuti e quindi l’algoritmo decide a chi e quali post mostrare.

Il report di Agorapulse Barometer ti fa capire come cambia la visibilità della tua pagina in base al numero dei fan.

fan raggiunti dalle pagine facebook

Se vuoi promuovere il tuo B&b e trasformare Facebook in una concreta risorsa di business devi stabilire un budget mensile, anche minimo, da investire in campagne pubblicitarie. Hai la possibilità di andare a profilare il tuo pubblico per interessi, comportamenti, ambiti di studio, situazione sentimentale e molto altro.

8 – NON USARE “METTI IN EVIDENZA IL POST”

Il peggior errore che puoi fare nel creare un’inserzione sponsorizzata su Facebook è cliccare sul bottone “Metti in evidenza il post”.

Facebook ti dà la possibilità di raggiungere 11 obiettivi di marketing. Si parte dalla notorietà del brand e si arriva alla conversione, ossia all’azione che porta il tuo cliente a fare quello che tu desideri, come ad esempio l’acquisto di un pacchetto promozionale.

La funzione “Metti in evidenza il post” ottimizza un post per ricevere like, commenti e condivisioni. Utilizzalo il meno possibile anche perché non credo sia il tuo principale obiettivo di marketing.

Quello che devi ricordare è che ogni volta che decidi un obiettivo, che sia il traffico, l’interazione, la visualizzazione di un video o la conversione, Facebook raggiunge tutte quelle persone che sono più propense a fare quella determinata azione in base al loro storico e ai comportamenti di persone simili.

9 – USA I PUBBLICI PERSONALIZZATI

I pubblici personalizzati sono la vera miniera d’oro del Facebook advertising. Se installi il pixel di Facebook puoi creare delle inserzioni pubblicitarie e vendere i tuoi servizi a chi già conosce il tuo B&b e non ad un pubblico a freddo che è meno portato ad acquistare.

Ovviamente va creato un funnel di conversione, ossia un percorso che porta i tuoi potenziali clienti a conoscerti, a fidarsi di te e alla fine ad acquistare. Ad esempio se vuoi vendere un’escursione che organizzi all’interno della tua attività ricettiva è inutile creare un’inserzione targettizzando un pubblico che non ti conosce. Ha più senso invece fare una campagna pubblicitaria rivolta a chi ha visitato quella determinata pagina o agli iscritti alla newsletter perché sono persone che hanno manifestato un interesse verso il tuo brand.

10 – INSTALLA IL PIXEL SUL TUO SITO WEB

Il pixel di Facebook è uno degli strumenti più potenti che ci siano a livello di tracciamento. È semplicemente un codice html da installare sul sito web che monitora le visite e registra le azioni degli utenti. In parole povere puoi creare delle campagne promozionali e indirizzarle a quel pubblico che ad esempio visita il tuo sito web, interagisce con la tua pagina Facebook o mostra un interesse particolare verso una tua offerta.

Nel mio corso on line di Facebook Ads se il tuo sito è stato realizzato su WordPress, ti guido passo passo alla creazione del pixel, all’installazione sul portale e a verificare se funziona correttamente.


Sono arrivata alla fine di questo lungo articolo. Spero di averti dato qualche spunto in più su come promuovere il tuo B&b su Facebook. Se hai domande ti aspetto qui sotto nei commenti!