COME DISINTERMEDIARE DA BOOKING

Disintermediare dalle OTA come Booking è uno dei principali obiettivi di una struttura turistica. È un processo che richiede minimo un anno, tante energie, un grande lavoro sul brand sia in termini di reputation che di immagine e soprattutto budget.
Allora sei pronto per affrontare questa sfida? Vediamo subito quali sono le principali tecniche per aumentare le prenotazioni dirette.

INTERCETTA CHI GIA’ TI CONOSCE E TI CERCA ATTIVAMENTE SU GOOGLE 

Per rintracciare chi digita il nome della tua struttura su Google devi creare una Campagna Brand Protection su Google Ads. Come saprai benissimo, Booking per guadagnarsi migliaia di prenotazioni spende tantissimi soldi per creare campagne pubblicitarie con il nome del tuo brand (brand jacking). In realtà quando l’utente clicca su questo annuncio sponsorizzato non sarà rimandato alla tua pagina su Booking ma ad una pagina web dove la tua struttura si trova in prima posizione e poi sotto ci sono tutte le altre. Ciò significa che a Booking non interessa vendere le tue camere ma qualsiasi camera in quella destinazione.

annunci sponsorizzati booking

brand jacking booking

INTERCETTA CHI CERCA UNA SISTEMAZIONE NELLE VICINANZE DELLA TUA STRUTTURA

Anche in questo caso creare delle campagne pubblicitarie su Google Ads oppure migliorare il sito dal punto di vista della SEO può essere utile per raggiungere chi cerca un alloggio nei tuoi dintorni. Un altro suggerimento è quello di creare una scheda su Google MyBusiness, un servizio gratuito di Google che ti permette di aumentare la visibilità su Google Maps e farti trovare sul territorio.

RICONTATTA CHI HA CONSULTATO IL BOOKING ENGINE NEGLI ULTIMI 30 GIORNI

Chi arriva sul tuo sito e apre il booking engine per controllare la disponibilità e i prezzi, lo fa perché in qualche modo è interessato alla tua struttura anche se alla fine non clicca sul magico pulsante Prenota. Installando il Pixel di Facebook puoi costruire un pubblico personalizzato composto da tutte queste persone e creare delle inserzioni sponsorizzate per condurle verso la prenotazione.

EVITA CHE I CLIENTI FIDELIZZATI PRENOTINO SU BOOKING

Se hai dei clienti che ogni anno passano le vacanze presso la tua struttura, per evitare che prenotino su Booking, una delle soluzioni potrebbe essere quella di mandare a fine stagione una newsletter con uno sconto già per l’anno successivo.

SFRUTTA IL DATABASE DI E-MAIL

Acquisire un nuovo cliente ti costa 10 volte di più rispetto ad un cliente fidelizzato. Allora perchè non iniziare a fare e-mail marketing e sfruttare i numerosi indirizzi e-mail che hai acquisito negli anni? Questo elenco è un tesoro che devi valorizzare!

Crea più liste in base alla tipologia del cliente (famiglie, coppie, business) e poi se hai almeno 100 indirizzi carica un file .csv o .txt oppure importali direttamente da Mailchimp. Il sistema farà un match tra i dati inseriti e le e-mail con cui gli utenti sono iscritti a Facebook per trovare il più alto numero di corrispondenze. Una volta concluso il processo potrai usare quel pubblico personalizzato per creare delle campagne pubblicitarie andando a rintracciare i clienti che sono stati già da te.

OFFRI DEI BONUS SUL TUO SITO WEB

Il sito web, se strutturato come si deve, può essere un ottimo strumento di disintermediazione.
Il potenziale cliente però deve avere dei vantaggi a prenotare direttamente sul sito e deve percepire la stessa sicurezza che ha con Booking relativamente alla politica di cancellazione.  Ad esempio puoi offrire dei bonus o degli incentivi alla prenotazione, come ad esempio l’upgrade gratuito in camera superiore, un late check out, o un early check-in, un ingresso gratuito in una spa, un drink di benvenuto o una bottiglia di vino in omaggio.

Spero che questa guida su come disintermediare da Booking sia stata interessante. Se vuoi scaricarla in PDF e leggerla quando vuoi compila il form qui sotto!