piano marketing struttura ricettiva

Molte delle strutture ricettive con cui lavoro mi confessano che nonostante abbiano un sito web e siano abbastanza seguite sui social poi non riescono ad ottenere quel numero di prenotazioni che vorrebbero, come se tutto dipendesse solo dagli strumenti o dalla crisi causata dal covid.

Nella realtà prima di pensare alla comunicazione e ai like su Facebook devi preparare un piano di marketing per la tua struttura ricettiva e rispondere ad una serie di domande, anche un po’ scomode, che forse non ti sei mai fatta ma che ti danno una mano a capire meglio chi sei, quali sono i tuoi punti di forza e i bisogni del tuo target.

Cos’è un piano marketing e perché farlo per la tua struttura ricettiva

Un piano di marketing mette insieme una serie di informazioni che ti aiutano a mettere a fuoco quello che fai e a fare scelte strategiche per il tuo business.

Ti permette di:

  • capire il perché hai deciso di dedicarti all’ospitalità e comunicarlo al meglio ai potenziali clienti. Sì, perchè immagino che ci sia stata una molla che ti abbia spinto in un modo o nell’altro ad avventurarti in questo fantastico mondo. Questa molla non è altro che la tua mission e se hai avviato la tua struttura ricettiva senza riflettere su questo aspetto ti consiglio di leggere questo articolo:

Trova il tuo perchè: l’importanza della mission

  • Identificare la tua proposta di valore e quindi far comprendere alle persone perché dovrebbero scegliere te e non i competitor
  • studiare la concorrenza e distinguerti in modo unico
  • tracciare l’identikit del tuo cliente ideale perchè ricordati che rivolgersi a tutti significa in realtà non rivolgersi a nessuno. Questa non scelta si paga in termini di crescita, visibilità e forza del proprio brand. È fondamentale che tu conosca alla perfezione i bisogni e i desideri dei tuoi ospiti per poi comunicare direttamente con loro.
  • Allineare la tua attività ai tuoi valori personali e ai tuoi desideri più profondi
  • verificare la fattibilità economico-finanziaria del tuo progetto
  • disegnare dei servizi ben precisi per il tuo target
  • definire gli obiettivi a breve, medio e lungo termine
  • costruire il tuo piano di comunicazione per raggiungere gli obiettivi.

Come creare un piano marketing che funziona per la tua struttura ricettiva

Dopo aver visto cos’è un piano marketing vediamo ora come prepararlo.

  1. Redigi un business plan. Sì, lo so che è qualcosa di odioso che credi debbano preparare solo le grandi aziende o quando si partecipa a bandi e finanziamenti. Nella realtà il business plan dovremmo prepararlo tutti, anche tu che gestisci una piccola attività perchè è un faro guida soprattutto nei momenti più delicati come quello che stiamo passando in questo momento. Con il business plan decidiamo gli obiettivi economici che vogliamo raggiungere, i lanci di servizi/offerte, il margine che vogliamo reinvestire l’anno successivo, gli investimenti che abbiamo pianificato e la strategia di marketing e comunicazione per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati. Se non sai da che parte iniziare rivolgiti al tuo commercialista. In alternativa puoi dare un’occhiata alle dirette che ho fatto sul mio gruppo Facebook in compagnia di Manuela Lombardi Borgia e Lara Citon di Hospitality Team.
  2. Studia il mercato e posizionati per essere la prima scelta dei potenziali clienti quando arrivano nella tua destinazione. Lavora sulle 4 p del marketing (product, price, place e promotion) per definire in maniera chiara la tua immagine e l’offerta.
  3. Fai Personal branding. Fare personal branding significa andare a fondo della tua attività, capire chi è il tuo target, quali sono i tuoi valori e qual è la tua mission cioè la motivazione profonda per cui hai deciso di aprire le porte della tua casa per accogliere viaggiatori e turisti. Per questo voglio condividere con te il TEDx di Simon Sinek che parla proprio del concetto di “perchè”. Lo trovi qui.
  4. Studia il percorso di acquisto del cliente. Per definire una strategia di marketing che funziona è fondamentale sapere come l’ospite è arrivato da te, quali step ha percorso da quando ha iniziato le sue ricerche on line fino a quando ha prenotato. Conoscere il suo viaggio ti aiuta a comprendere quali piattaforme presidiare e come intercettare la domanda. Per approfondire ti lascio alla lettura di questo articolo:

Mappare il customer journey: il primo step per una buona strategia SEO

      5. Fai un’analisi SWOT. L’analisi SWOT è lo strumento più importante per capire la situazione di partenza della tua azienda. È una matrice divisa in quattro quadranti che mette in evidenza i punti di forza (strengthse di debolezza (weakness) di una struttura nonché le opportunità (opportunities) e le minacce (threats) che provengono dall’ambiente esterno.

      6. Verifica la tua presenza digitale. Se sei già on line con il tuo sito web e sui social e non hai i risultati che vorresti è arrivato il momento di fare un check della tua comunicazione per identificare quali sono i punti deboli ed evitare di buttare soldi nel web marketing. Puoi approfondire leggendo questo post:

Analisi presenza digitale

     7. Definisci i tuoi obiettivi di marketing. Stabilisci quali traguardi vuoi raggiungere da qui a 1, 3, 5 anni. Vuoi incrementare le prenotazioni dirette e disintermediare da Booking, migliorare la customer care o aumentare la reputation?

8. Prepara la tua strategia di marketing e comunicazione. Se ad esempio vuoi abbassare le commissioni che paghi alle OTA magari avrai bisogno di ottimizzare il tuo sito web per i motori di ricerca per intercettare in maniera organica le ricerche che il tuo cliente ideale fa on line e costruire un rapporto di fiducia attraverso la newsletter.

Ci vediamo nel gruppo su Facebook?

Spero che a questo punto avrai compreso l’importanza di definire un piano marketing per la tua struttura ricettiva.

Ti aspetto nel mio gruppo Facebook dove ogni mese condivido con te tanti spunti utili per aiutarti a far crescere la tua azienda.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.