Come già ti ho già accennato nel mio articolo su come promuovere un B&b su Facebook, il pixel è un codice di tracciamento da installare sul sito web che monitora il comportamento degli utenti.

È uno degli strumenti più avanzati della piattaforma di advertising e sai perchè? Immagina ad esempio a quanti utenti arrivano sul tuo portale dopo aver dato un’occhiata alla struttura su Booking e poi se ne vanno. Quelli sono tutti potenziali clienti che nel giro di qualche minuto hai perso per sempre. Con il pixel di Facebook invece li puoi rintracciare, creare un’inserzione pubblicitaria proponendogli uno sconto e portarli verso la prenotazione.

In questo post ti spiego cos’è il pixel di tracciamento di Facebook, come crearlo e installarlo sul sito.

COS’È E COME FUNZIONA IL PIXEL DI MONITORAGGIO DI FACEBOOK

Il pixel di Facebook non è altro che una stringa di codice da inserire in tutte le pagine del sito web. Nel momento in cui l’utente naviga sul portale lo strumento traccia la sua visita in forma anonima.

Il pannello di gestione ti fornisce una serie di dati: il numero di azioni che l’utente esegue sul portale, data e ora della connessione, dispositivo usato e URL visitato. In pratica è un tool molto simile a Google Analytics, anche se sono due mondi completamente diversi.

panoramica pixel tracciamento facebook

I VANTAGGI DEL PIXEL

Il pixel di tracciamento ti permette di:

1) fare retargeting e raggiungere il pubblico che ha visitato il portale della tua struttura turistica. Credo ti sia capitato qualche volta di andare su Booking o Amazon. Hai notato che subito dopo ti ritrovi la pubblicità di quell’hotel o di quel prodotto su Facebook? Ecco quello è il cosiddetto retargeting.

2) misurare le azioni derivanti dalle campagne pubblicitarie e relative conversioni. Grazie al pixel puoi capire come stanno andando le inserzioni e se devi apportare qualche modifica per raggiungere risultati migliori.

3) ottimizzare le ads per determinate azioni. Quando crei una campagna ad obiettivo conversione sul sito web puoi scegliere l’azione per la quale ottimizzarla. Facebook cercherà di raggiungere le persone che sono più propense ad eseguire quell’azione.

4) creare un pubblico simile alle persone che hanno visitato il sito, una determinata pagina o fatto una determinata azione (pubblico Lookalike). L’algoritmo di Facebook in questo caso va a costruire un target composto da persone che hanno interessi e caratteristiche simili a quelle che per esempio hanno visitato il sito della tua struttura turistica.

5) ottenere dati interessanti sugli utenti attraverso gli Audience Insights. Attraverso questo strumento puoi conoscere ancora più a fondo le caratteristiche di tutti gli iscritti su Facebook, dei fan della tua pagina, dei pubblici personalizzati. Ti fornisce dati demografici come età, sesso, relazione sentimentale ma anche le pagine che piacciono all’audience divise per categoria.

COME INSTALLARE IL PIXEL DI TRACCIAMENTO SUL TUO SITO WEB

Per creare il pixel, il primo requisito è quello di avere chiaramente un account pubblicitario. La procedura non è semplicissima ma ti guiderò passo passo nell’installazione.

Il primo step è quello di accedere al pannello Gestione Inserzioni dalla home di Facebook. Clicca sulla tab Pixel e poi Crea Pixel. Ti apparirà una schermata come questa qui sotto.

A questo punto puoi scegliere tra le tre opzioni disponibili per configurare il pixel. Decidi in base alla tua esperienza tecnica e alla piattaforma che hai usato per creare il sito.

Se ad esempio è stato realizzato su WordPress ti consiglio la seconda opzione “Installa manualmente il codice in modo autonomo”. In questo caso una volta finita la procedura puoi copiare ed incollare il pixel ID su uno dei vari plugin messi a disposizione, come ad esempio Pixel Your Site oppure Pixel Caffeine (io ho scelto il primo).

Se invece non hai dimestichezza scegli la terza opzione “Invia le istruzioni via e-mail ad uno sviluppatore”, inserisci l’indirizzo e-mail e poi clicca su Invia.

Una volta selezionata l’opzione di configurazione vai avanti e decidi se e quali azioni monitorare. Per ognuna di esse corrisponde un codice da inserire sul sito. Puoi anche saltare questo passaggio e configurarle in un secondo momento.

pixel tracciamento facebook step 5

Quando hai finito la procedura per sapere se il pixel di tracciamento è stato installato correttamente usa Pixel Helper, l’estensione gratuita di Google Chrome. In alto a destra comparirà un’icona blu e da qui puoi verificare se il pixel è presente, se ci sono errori e cosa viene tracciato su una determinata pagina. 

PIXEL DI FACEBOOK E PRIVACY

Questo è uno degli aspetti più sottovalutati dell’installazione del pixel di tracciamento di Facebook. Dopo l’entrata in vigore del GDPR, il regolamento europeo che riguarda la protezione dei dati personali devi prestare ancora più attenzione alla privacy.

Il pixel è un cookie di profilazione, cioè traccia il comportamento degli utenti sul sito e come tale deve essere specificato nella policy. Se usi il servizio offerto da Iubenda è sufficiente aggiungere i seguenti servizi:

– Facebook Custom Audience

– Facebook Remarketing

– Monitoraggio conversioni di Facebook.

E tu hai già inserito il pixel di tracciamento di Facebook? Se non sai come fare acquista subito un’ora di consulenza e ti guiderò passo passo nell’installazione.