social media turismo

I social media hanno rivoluzionato il mondo del turismo e dei viaggi. Oggi chi vuole organizzare una vacanza prende ispirazione da una foto pubblicata dagli amici su Facebook o Instagram, piattaforme diventate a tutti gli effetti uno strumento di comunicazione e marketing che se ben usato in sinergia con altri canali come la SEO può portare dei risultati eccezionali alla tua struttura ricettiva.

In questo post ti spiego quali sono le opportunità dei social media, cosa ti serve per lavorare al meglio e quali canali usare tra quelli on line.

7 motivi per essere sui social media per te che lavori nel turismo 

  1. Trovi nuovi clienti. Con circa 40 milioni di italiani presenti su Facebook e oltre un miliardo di utenti attivi nel mondo su Instagram, comprendi benissimo quali siano le grandi potenzialità di queste piattaforme. Inoltre, grazie alla profilazione che puoi fare nelle campagne pubblicitarie puoi rintracciare tantissime persone che rientrano nel tuo target.

Leggi anche < Non sparare nel mucchio: trova il tuo target >

  1. Hai a disposizione informazioni statistiche. Ogni canale ti dà dei dati che puoi studiare per capire l’andamento generale dell’account, approfondire le caratteristiche del pubblico o la tipologia di post che piacciono di più. Ad esempio su Facebook puoi dare un’occhiata ai Facebook Insights.
  2. Puoi raccontare il territorio. I social media ti permettono di far conoscere ai fan le bellezze della tua destinazione. Come ti ho raccontato in questo articolo su come pubblicizzare un B&b su Facebook la promozione di una struttura ricettiva parte dal marketing del territorio.
  3. Aumenti il traffico verso il sito web. Se scrivi dei contenuti sul blog del tuo portale e poi li condividi sui social puoi incrementare le visite e di conseguenza le prenotazioni.
  4. I tuoi ospiti possono pubblicare i feedback sulla loro esperienza: le recensioni, come sai, incidono tantissimo sulla scelta di una struttura piuttosto che un’altra.
  5. Puoi intercettare i clienti che interagiscono con la tua azienda e portarli verso la prenotazione. Se installi il pixel di Facebook puoi  creare delle campagne sponsorizzate indirizzandole alle persone che già conoscono il tuo b&b o agriturismo, hanno interagito con il sito web o con i social.
  6. Crei delle relazioni. Fare marketing significa creare nel tempo dei rapporti con le persone che interagiscono di più con i tuoi profili e quindi portarle a prenotare da te.

Cosa ti serve per avere risultati

  1. Analisi della presenza digitale. Prima di farti prendere dall’entusiasmo ti consiglio di fare un check della tua presenza on line. Come sai i social media sono degli amplificatori della tua comunicazione insieme al sito web, alla SEO e alla newsletter.  È inutile investire del tempo su Facebook o fare pubblicità se poi hai un portale obsoleto perchè butterai solo soldi senza avere risultati.
  2. Conoscere lo strumento. I social sono piattaforme che viaggiano alla velocità della luce e richiedono grandi capacità di adattamento. Se non hai molta dimestichezza nel gestirli puoi seguire corsi on line oppure puoi dare un’occhiata qui.
  3. Tempo. La gestione di una pagina Facebook o di un profilo Instagram richiede un bel po’ di energie. Per ottimizzare il tempo puoi organizzarti programmando tutti i post del mese in un intero pomeriggio. So che non è facile, soprattutto all’inizio, ma ti assicuro che prendendo un po’ di confidenza ti sentirai più focalizzata e soprattutto libera.
  4. Strategia. Se gestisci i tuoi canali social senza avere un piano ben preciso di dove vuoi arrivare è un po’ come navigare in mare aperto e non avere una bussola. I contenuti che pubblichi devono essere il risultato di un’analisi approfondita (profilo, target, competitor) ed essere in linea con gli obiettivi che vuoi raggiungere sulla piattaforma. Se hai bisogno di qualche consiglio con la mia consulenza ti do suggerimenti pratici e veloci per migliorare le performance della tua pagina.
  5. Costanza. Per avere risultati concreti sui canali social devi lavorare con costanza per almeno sei mesi: creare contenuti di valore, coinvolgere la tua audience e poi portarla verso la prenotazione.
  6. Budget. Se non investi un po’ di budget sulle campagne pubblicitarie rischi di buttare via tempo nella creazione di contenuti che di fatto vedranno in pochissimi a causa della presenza dell’algoritmo.

Facebook e Instagram: i due canali social migliori per il turismo

Tra tutti i social media presenti al momento on line ti consiglio di considerare solo Facebook ed Intagram per la tua struttura ricettiva: sono i canali dove si trovano i tuoi potenziali clienti e quindi devi presidiarli.

All’inizio ti suggerisco di prendere dimestichezza con il primo, poi quando riceverai delle prenotazioni, se hai tempo e risorse puoi aprire anche un account su Instagram.

Vantaggi di Facebook

Vantaggi di Instagram

  • Ha oltre un miliardo di utenti attivi nel mondo
  • Il target può conoscerti attraverso gli hashtag
  • C’è un rapporto più diretto con i followers
  • Puoi raccontare il dietro le quinte e coinvolgere il pubblico attraverso le stories/reel/igtv
  • scoperta del territorio/sapori etc. attraverso le guide
  • dati statistici

Svantaggi di Instagram

  • richiede tempo, energie e costanza per la cura delle foto e lo studio degli hashtag
  • non è utile se il tuo obiettivo è l’incremento del traffico. In questo caso ti consiglio di puntare sull’ottimizzazione SEO del sito web per disintermediare anche da Booking.

Per approfondire puoi leggere questi articoli:

Ci vediamo nel gruppo Facebook? 

Se vuoi migliorare le performance su Facebook o Instagram vieni a trovarmi nel mio gruppo Facebook dove ogni mese condivido con te tanti spunti utili per far crescere la tua azienda.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.