target

Uno degli errori più gravi di chi come te gestisce una struttura ricettiva è quello di accogliere indistintamente tutti, dalle coppie alle famiglie fino alla clientela business, solo per paura di avere le camere libere e quindi non guadagnare. Rivolgersi a tutte queste persone significa non rivolgersi a nessuno e questa non scelta si paga in termini di posizionamento, crescita e forza del tuo brand.

 

Cosa s’intende per target 

Il target è un campione ben definito di persone a cui offri i tuoi servizi, ad esempio le famiglie, da non confondere con la “buyer persona”. In questo caso abbiamo un vero e proprio identikit dell’ospite: fascia d’età, interessi, provenienza e tante altre informazioni.

Perché scegliere un unico target

Scegliere un target preciso ti permette di:

  1. Avere una comunicazione efficace. Lavorare con un gruppo ristretto di persone ti permette di conoscere a fondo i suoi bisogni, creare dei servizi unici e comunicare on line in modo diretto rispondendo alle sue esigenze. Ad esempio se scegli il target dei cicloturisti ci sono tantissimi gruppi su Facebook dove puoi reperire una serie di informazioni sui problemi che affrontano ogni giorno e prendere spunto per costruire qualcosa di personalizzato.
  2. Posizionarti sul mercato. Come nel caso della USP, se scegli una nicchia specifica hai più libertà nel decidere le tariffe e quindi alzare i prezzi rispetto alla concorrenza.
  3. Differenziarti dai competitor della tua destinazione.
  4. Sfruttare canali di vendita specializzati.
  5. Evitare recensioni negative per aver disatteso le aspettative di qualche ospite.

Per approfondire leggi questi post:

Da dove partire 

  1. Dati storici e recensioni. Prendi in considerazione l’ultimo anno di attività e studia il target che hai ospitato in struttura, italiano e non, leggi le recensioni per capire cosa hanno apprezzato di più e cosa meno e i canali di prenotazione.
  2. Analisi SWOT. È una matrice suddivisa in quattro quadranti usata per identificare i punti di forza, i punti di debolezza, le opportunità e le minacce della tua struttura ricettiva. Ad esempio se il tuo B&b o agriturismo si trova in un piccolo borgo all’interno di un’area naturalistica potresti pensare di ospitare gli amanti del trekking.
  3. Desideri. Sembra strano ma io credo che ognuno di noi abbia un target preferito o con il quale ci si trova meglio. Ad esempio io, essendo una persona che ama molto il silenzio, potrei scegliere di non ospitare le famiglie. Quindi nella scelta parti sempre da te e da quello che vuoi senza crearti problemi e paranoie inutili.
  4. Concorrenza. Apri un foglio excel e segna tutti i competitor presenti nella tua destinazione: dai un’occhiata ai siti web e verifica quali hanno identificato un determinato target e come lo comunicano on line.
  5. Allestimento. L’allestimento di una struttura ricettiva fa capire immediatamente a chi ti rivolgi. Ad esempio se il tuo B&b o agriturismo ha come target per lo più famiglie non avrà lo stesso arredamento di uno che punta ad una clientela business o ai nomadi digitali. Per essere sicura di passare il giusto messaggio a chi vede on line le tue foto e prenota un soggiorno scatta qualche immagine e chiedi un parere ad amici e parenti. Se le risposte non sono quelle che ti aspetti forse è il caso di lavorare con una professionista che si occupa di home staging per costruire delle ambientazioni che emozionino l’ospite e gli faccia capire che è nel posto giusto.

Cosa fare dopo aver scelto il target

  1. Rebranding. Fare un rebranding non significa solo cambiare logo e palette colori del tuo sito ma lavorare a 360° sulle basi, a partire dalla missione fino allo studio dei competitor. Devi lavorare in profondità per comprendere qual è la tua proposta di valore (USP), il posizionamento e i valori che guidano il tuo business, tutti elementi che fanno parte del modello di business.
  2. Allestimento con il supporto di un home stager.
  3. Servizio fotografico
  4. Identità visiva
  5. Strategia di comunicazione e marketing. L’ultimo step è quello di costruire una strategia di comunicazione e marketing che sia l’espressione di tutto il lavoro che hai portato avanti finora. Se hai bisogno di un supporto puoi dare un’occhiata qui.

Leggi anche:

Ci vediamo nel gruppo Facebook?

Se vuoi approfondire l’argomento target puoi iscriverti al mio gruppo Facebook, uno spazio digitale dove formarti, chiedere consigli ed imparare ad usare tutti gli strumenti di web marketing per migliorare la visibilità della tua struttura ricettiva.

Vieni a farmi le tue domande e a conoscere gli altri del gruppo, ti aspetto!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.